Crazy Horse Cabaret Parigi

Femminilità, creatività, audacia ... Crazy Horse di Parigi è il più iconico di tutti i cabaret parigini. Un tempio di femminilità sublime e il più famoso di tutti i locali notturni di Parigi, immortalata dalla effervescenza delle sue stelle a serate di gala abbaglianti ... Non solo, Le Crazy Horse è diventato un elemento essenziale della cultura della città. Più di sessanta anni dalla sua creazione, Le Crazy continua a reinventarsi sul tema inesauribile delle donne. Con i nuovi ritmi, tempi dinamici e coreografie sempre più incantevole, le sagome dei suoi leggendari ballerini sono ancora sorprendenti proprio pubblico con la loro straordinaria elasticità. La Parigi di oggi e di domani è, ora e sempre, fiero di uno dei simboli più noti della vita in città!

 

Femminilità, Creatività, Audace
 

L'avanguardia cabaret più a Parigi svela il suo fascino in una mostra dal titolo Désirs che ha aperto al pubblico il 21 settembre 2009 ed è stato diretto dal prestigioso coreografo francese Philippe Decouflé. Direzione artistica dello show è firmato dal famoso fotografo Ali Mahdavi. I ballerini di formazione classica si integrano perfettamente la coreografia sensuale delle loro prestazioni ei loro corpi spettacolari. Ogni danzatore è immerso in progetti di illuminazione dai colori vivaci e texture. I colori e le immagini dagli effetti di luce mozzafiato sono così schiaccianti che è difficile determinare dove finisce la pelle e le riflessioni di colore comincia ... Il risultato è uno spettacolo unico che impegna la mente tanto quanto l'occhio! Gloria di Parma, Zula Zazou, Dekka Danza, Mika Do: le ballerine del Crazy Horse con i loro nomi memorabili rappresentano l'élite francese della bellezza e della seduzione.

 

Coreografia
 

Nell'autunno del 2008 Philippe Decouflé, il coreografo e ballerino star francese, è stato assunto per espandere il repertorio del cabaret. Egli ha quindi ideato la messa in scena e anche gli intermezzi in Désirs.

La direzione artistica è stata affidata a Ali Mahdavi, che ha sancito rigidi codici del cabaret - parrucche bob, rossetto rosso sangue, vertiginosi tacchi alti - e abilmente e con tatto intrecciati in forme sofisticate di espressione creativa.

Oltre alle creazioni di Philippe Decouflé, alcuni atti presenti sono leggendari "classici" Crazy Horse, come "God Save Our Bareskin", che è stato coreografato da un tenente dell'esercito britannico e dal 1989 apre ogni singolo Crazy Horse spettacolo, nonché come, "Good Girl" e "Legmania", il tutto firmato da Alain Bernardin. Altri, come "Final Fantasy" e "Purple Underground", sono stati disegnati da Patricia Folly, noto anche come Psykko Tico, uno dei ballerini della troupe e coreografo nel suo pieno diritto.

Il manifesto per questa meravigliosa collaborazione è il frutto di Hilton McConnico, che ha evocato con il DNA del Crazy Horse di produrre un manifesto che serve come una bandiera universale per una conquista senza fine: l'eterno, donna universale.

 

Stilismo
 

Il design costume in Désirs è il frutto della collaborazione di diversi autori eccezionali:
• Le scarpe sono di Christian Louboutin, il designer incomparabile e fornitore di calzature per le stelle,
• Gli abiti sono di Poupie Cadolle, Fifi Chachnil, Alexandre Vauthier, Stefano Canulli e Antoine Kruk.

 

Brani
 

Musiche in Désirs sono opera di diversi compositori, tra cui:
Fred Pallem, un artista appassionato, musicista e compositore che è stato acclamato come la Rivelazione Jazz of the Year ai 2006 Victoires de Musique premi LA con la sua band "Le Sacre du Tympan". Fred è stato invitato da Philippe Decouflé di plasmare l'ambiente musicale per Désirs attingendo a ciò che rende Le Crazy distintivo, mescolando il jazz e le sezioni di ottone a caldo, il canto femminile e strumenti a fiato sensuali, bande frizzante e melodie incantevoli;
Jacques Morali, autore della musica di lunga data del Pazzo e compositore, oltre ad essere l'inventore dei Village People e uno scrittore per Pia Zadorra, Régine, Dalida, Eartha Kitt;
Mirwais, l'artista più importante nella musica progressiva e un compositore per Madonna.

Programma e cast

Acquista biglietti
Agosto 2019 Next
Lu
Ma
Me
Gi
Ve
Sa
Do

Crazy Horse Paris

In 19 maggio 1951, Alain Bernardin apre Le Crazy Horse. Un artista d'avanguardia, e appassionato ammiratore delle donne, era affascinato dagli Stati Uniti e guidato da una sola idea: per rendere la creazione artistica e le donne al centro del suo club. A quel tempo caratterizzato da una successione di routine burlesque filante intervallati da intermezzi musicali e divertenti di artisti di varietà. Charles Aznavour ha avuto la sua prima pausa qui ...

 

Le Crazy Horse era originariamente una cantina Riva destra. I clienti sono venuti per un drink e per ammirare Rita Renoir, Poupée la Rose, Bertha Von Paraboum, Lova Moor o Rosa Fumetto. Seduti ai tavolini o in piedi al bar, la sua posizione ha svolto un ruolo importante in atmosfera impareggiabile a 12, avenue George V. Nel 1989, data dell'ultima ristrutturazione, Alain Bernardin fatto Le Crazy in un piccolo teatro con posti a sedere rastrellato. Completamente ristrutturato nel 2007, il nuovo pazzo è ancora più conviviale. Al centro della zona di pubblico, le sedie sono di nuovo disposti intorno tavolini per creare un'atmosfera intima e accogliente. Su ogni lato, comodi divanetti consentono al pubblico di godersi lo spettacolo nelle migliori condizioni possibili. Sul retro, caselle VIP sono riservati per i visitatori speciali. Tutti possono vedere e godersi lo spettacolo, con la famiglia o con gli amici: stare insieme e discutere lo spettacolo in un modo che era difficile in precedenza. Il nuovo teatro è ancora rosso, foderato di velluto, con legno laccato e specchi, ed è stato progettato per essere modulare. L'obiettivo era quello di essere in grado di rispondere a tutti i tipi di requisiti, tra cui le aziende l'organizzazione di eventi privati. Un evento a Le Crazy possono ora facilmente essere preceduto da un cocktail o una cena e proseguire con la danza. L'ambizione folle è quello di fornire diverse esperienze di sera ...

 

TAXI: 24 ore al giorno

PUBLIC PARCHEGGIO: Alma-George V

BUS PARK: Quai Albert 1er

METRO: Linea 9: Alma-Marceau
Linea 1: George V - Franklin D. Roosevelt

RER: Linea A: Charles de Gaulle Etoile
Linea C: Pont de l'Alma

BUS: 42, 63, 72, 80, 92 - Sosta a Alma-Marceau

Eventi correlati
Crociere turistiche
Parigi - Bateaux Parisiens
Prestazione successiva: Gi 22 Ago 2019, -
Crociere turistiche
Parigi - Bateaux Parisiens
Prestazione successiva: Gi 22 Ago 2019, -
Crociere turistiche
Parigi - Bateaux Parisiens
Prestazione successiva: Ma 31 Dec 2019, -
Crociere turistiche
Parigi - Bateaux Parisiens
Prestazione successiva: Ma 24 Dec 2019, -
Concerti in chiesa
Parigi - Chiesa della Madeleine
Prestazione successiva: Ve 13 Set 2019, -
Crociere turistiche
Parigi - Bateaux Parisiens
Prestazione successiva: Gi 22 Ago 2019, -